Riflessione sulle radici dell’Ospitalità

8edd7cac-f9c8-483a-b89b-84667922a90e

Intervista a Fra Gian Carlo Lapic di Paolo Viana

L’Ospitalità, questa sconosciuta. Può sembrare paradossale che a sostenerlo sia un frate dell’Ordine ospedaliero fondato da San Giovanni di Dio, ma non c’è nulla di dissacrante. Fra Gian Carlo Lapic ha studiato a fondo questo valore e la dissertazione finale del suo dottorato alla Pontificia Università Gregoriana (titolo: “Filoxenía/hospitalitas nella prospettiva etico-teologica come dimensione costitutiva dell’agire morale cristiano”) spiega che l’Ospitalità, oltre che un valore umano, è un valore cristiano che ha avuto un diverso peso a seconda dei contesti storici.

Iniziamo col chiarire una cosa: l’ospitalità equivale all’accoglienza?

Certamente può essere un sinonimo – risponde fra Gian Carlo – ma l’esperienza dell’ospitalità dischiude la possibilità che il Signore possa essere incontrato e riconosciuto da chiunque e quindi l’accoglienza ospitale biblica non si può ridurre ad un semplice gesto filantropico e solidale. L’Ospitalità è anche l’abbraccio al migrante o al malato, ma non è tutto lì.

Abbiamo capito che c’è di più. Ma esattamente che cosa?

L’Ospitalità intersa come valore cristiano è un’offerta fatta a Dio come segno di comunione. Il fondamento cristologico dell’ospitalità biblica nei Vangeli si articola come accoglienza incondizionata di Gesù di ogni esistenza umana e quello escatologico ci ricorda che tutti i credenti in Cristo sono pellegrini e stranieri. Ossia siamo chiamati tutti quanti a partecipare al medesimo destino con compassione e solidarietà.

Questo è anche il senso dell’Ospitalità di San Giovanni di Dio?

Esattamente. Anche il nostro fondatore, per quanto sia ricordato come l’inventore dell’ospedale moderno, non aveva un’idea dell’Ospitalità limitata all’ambito sanitario ma la inquadrava nell’esperienza cristiana e questo conferiva e conferisce all’Ospitalità una ricchezza che va ben oltre la dimensione umana della solidarietà. Per noi Fatebenefratelli il nesso tra fede e servizio è chiaro, ma non è sempre stato così: il fatto stesso che l’Ospitalità sia un valore che si radica profondamente nell’umano ne ha limitato la comprensione anche tra i cristiani. Basti pensare che, come ho appurato nella ricerca, questo argomento è stato ripetutamente arato dai biblisti e dagli antropologi ma molto meno dai moralisti perché, essendo fortemente radicato nell’umano, era difficile inquadrarlo come un valore specificamente cristiano. Come scrive Janzen, l’Ospitalità non ha avuto un ruolo di primo piano nel lessico teologico-etico tradizionale e per molto tempo per i cristiani è rimasta una virtù marginale. Con il Concilio e con il Magistero di papa Francesco ha ricevuto una nuova luce».

E’ evidente, tuttavia, che il nesso tra l’Ospitalità cristiana e la solidarietà “laica” oggi è percepito da tutti.

Infatti non va sminuito. Quando Emmanuel Lévinas sostiene che se non si postula l’accoglienza reciproca non si può parlare dell’umano e ogni chiusura all’altro si declina inevitabilmente in violenza verso il diverso questo nesso diventa di drammatica attualità. Per i cristiani come per i laici. Tuttavia, il cristiano deve ricordare che la fede va oltre il dato sociale o politico: l’Ospitalità preesiste ma la Sacra Scrittura la trascrive cristianamente e la trasforma in uno “stile ospitale” con cui la Chiesa è chiamata ad abitare il mondo. L’Ospitalità diviene pertanto cura e custodia dell’umanità sofferente e questa responsabilità del cristiano discende dalla sua fede in Gesù e non, semplicemente, dalla sua condizione di cittadino del mondo. La differenza sta qui e San Giovanni di Dio ce l’aveva ben chiara.

Annunci

Un pensiero riguardo “Riflessione sulle radici dell’Ospitalità

  1. Tra Agosto e Dicembre 2007 sulla Rivista FATEBENEFRATELLI ho avuto modo di “balbettare” sul tema che adesso Fra Giancarlo Lapic ha fatto oggetto della sua tesi di laurea. Speriamo che diventi presto un volume-sussidio a disposizione del pubblico e degli interessati in particolare.
    Qui mi permetto qualche sottolineatura del pensiero da Emmanuel Levinas sul quale tutta la Famiglia Ospedaliera, con l’aiuto del neo-laureato, dovrà fermarsi a riflettere. Giovanni di Dio non ha “teorizzato” ma “praticato” l’Ospitalità. Epperò, un bravo medico può esercitare la sua arte solo dopo una lunga e paziente assimilazione degli studi scientifici di tanti specialisti del campo. Il contrario non esiste.

    Tanto per intenderci il Lévinas è questo:
    • L’Infinito-in-me di Cartesio diventa nella sua riflessione l’infinito Altro che è nel contempo sia l’altro uomo, il prossimo, sia il totalmente Altro, Dio.
    • L’Infinito della trascendenza può rivolgersi a me solo attraverso il Volto di Altri.
    • Questo Volto nella sua nudità, fin dall’inizio mi rivolge una parola che mi accusa, mi sospetta e mi turba, e insieme già mi interroga e mi inserisce in una relazione etica.
    • Io non posso nascondermi al Volto d’Altri, che esige aiuto e mi convoca come responsabile.

    Forse i Fratelli di San Giovanni di Dio, il cantautore nelle vie di Granada di “fratello uomo” e “sorella donna”, (Fate bene a voi stessi, fratelli…), chiamati a dare continuità alla Sua azione guarendo e liberando le persone più deboli della terra, non si rendono conto a sufficienza di possedere IL PIU’ GRANDE TRATTATO DI OSPITALITA’ che mai sia stato scritto: LA BIBBIA. Questo tesoro immenso non è sfuggito a Emmanuel Lévinas (1905-1995), fecondo pensatore contemporaneo, nato in Lituania da una famiglia di origine ebraica ricca di valori religiosi e culturali che lo hanno segnato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close