Il Capitolo dei Fatebenefratelli punta sullo stile di vita dei religiosi e sulla formazione dei collaboratori laici

Diapositiva72

I dirigenti propongono di «garantire alcune prestazioni che non rientrano nei LEA o hanno tempi di attesa molto lunghi nel SSN (es. odontoiatria, psicoterapia, etc) a tariffe calmierate/gratuite per i bisognosi». I collaboratori insistono sull’apertura al territorio e sulla necessità di formare il personale sull’Ospitalità, carisma dell’Ordine. Dalle Commissioni emerge poi l’indicazione di «strutturare effettivamente e organicamente la Scuola di Ospitalità come strumento trasversale». Insomma, il futuro di una quindicina di strutture dell’Ordine Ospedaliero San Giovanni di Dio si forgia all’insegna della condivisione: è questa la cifra del Capitolo provinciale che ha cadenza quadriennale ed è in corso in questi giorni; i suoi effetti investiranno le strutture ospedaliere e riabilitative dei Fatebenefratelli, dove operano più di 2200 persone e che sono distribuite tra Piemonte (ospedale B.V Consolata di San Maurizio Canavese), Liguria (Casa B.V. della Guardia di Varazze), Lombardia (Irccs di Brescia, Centro S.Ambrogio di Cernusco sul Naviglio, Centro S.Cuore di Gesù di S.Colombano al Lambro, Residenza S. Carlo Borromeo di Solbiate, Ospedale Sacra Famiglia di Erba), Veneto (residenza S. Pio di Romano d’Ezzelino, Ospedale S. Raffaele Arcangelo di Venezia), Friuli-Venezia Giulia (Villa S. Giusto di Gorizia) e Croazia Ospedale San Raffaele Arcangelo. Il Capitolo della Provincia Lombardo – Veneta è stato preceduto per tre mesi da una serie di riunioni in cui frati, dirigenti e collaboratori hanno passato al setaccio l’instrumentum laboris per tracciare le linee strategiche su cui si confronteranno ora i capitolari. Le conclusioni sono attese per il 3 febbraio con l’elezione del priore provinciale (31 gennaio) e dei consiglieri provinciali (1 febbraio).

Sostenibilità carismatica ed economica, pastorale ospedaliera e identità e formazione sono i nodi principali della discussione. L’instrumentum laboris del 136° Capitolo, intitolato “Costruire il futuro dell’ospitalità nella provincia” punta ad attualizzare il carisma di San Giovanni Di Dio sotto diversi aspetti. Analizza l’identità dei confratelli e il ruolo della comunità all’interno del centro assistenziale, arrivando a usare parole forti – «Si ponga più attenzione alla cura della preghiera» e «aiutare i Confratelli a prendere coscienza della responsabilità personale in riferimento ai problemi della vita consacrata» -, e non lesina indicazioni di riforma: «riguardo alla Famiglia Ospedaliera, come forma del legame più forte tra i Confratelli e i Collaboratori, è opportuno ripensare il concetto della stessa, magari orientandola e consolidandola in una associazione laicale, proponendola solo a colore che ne vogliono fare parte». Si sofferma sulla pastorale vocazionale – «non si offre una seria pastorale vocazionale se dietro non viene sostenuta da uno stile di vita religiosa che abbia una forma ben riconoscibile e consona ai valori della nostra consacrazione che siamo chiamati a promuovere» – e sulla sostenibilità carismatica ed economica dei Centri, prefigurando collaborazioni con realtà assistenziali anche interconfessionali. Conferma l’impegno nella pastorale sanitaria che ha già assorbito importanti risorse in questi anni, attraverso la promozione di corsi. In particolare, però, valorizza il ruolo dei collaboratori, individuati dall’Ordine ospedaliero «come persone compartecipi e quindi corresponsabili della sua missione». Per questo, avvisa, «la loro scelta e la loro formazione sono di fondamentale importanza per il futuro della nostra Provincia».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close